Centro

Teatrale

Siciliano

La Casa della Nonna

di

Nino Romeo

regia

Nino Romeo

scene

Umberto Naso


musiche

Lennon/mcCartney/Harrison

prima edizione

con

Mariella lo Giudice

Graziana Maniscalco

Nino Romeo

debutto Catania, teatro Ambasciatori, 17 Novembre 2010

seconda edizione

con

Gianna Paola Scaffidi

Graziana Maniscalco

Nicola Costa

Debutto Roma, Teatro dei Conciatori, 19 febbraio 2013

La casa della nonna è una commedia: commedia striata di nero su fondo grigio, quello della nostalgia, delle memorie; commedia spruzzata di acido corrosivo, quello dei risentimenti.

La casa della nonna è una commedia di conversazione: conversazione tra due sorelle che si rincontrano, dopo anni, nella casa della nonna, morta da poche ore.

Dapprima la conversazione è conflitto: sulle diverse concezioni della vita, dell’arte, della morale, dei comportamenti. In seguito, il conflitto si fa rancore: e su tutto prevale il rapporto con i genitori e con la nonna, cristallizzato sin dall’adolescenza. Ma, come in ogni commedia, conflitto e rancori lasceranno spazio all’intesa, alla ricomposizione di affetti e memorie. Così, le due sorelle scopriranno vincoli d’inattesa solidarietà di fronte ai personaggi maschili (simili, perché congiunti da parentele incrociate) che si presenteranno al finale di ogni scena, e che porteranno via l’unico bene residuo che a loro rimane: la casa della nonna.

L’acquisita sorellanza condurrà le due sorelle a riflettere sulla loro vita: una riflessione che investe, inevitabilmente, una parte della generazione alla quale appartengono: quella che si è limitata a specchiarsi nella propria intelligenza e nei propri talenti, rinunciando ad aggredire la vita.

Private della casa della nonna, le due sorelle affrontano con serenità il proprio futuro nella strada, da nuove povere. E dalla strada osserveranno da lontano il palazzo della casa della nonna ristrutturato e trasformato in un albergo ad ore.

Piazza dei Martiri 8

95131

Catania

Italia

centroteatralesiciliano@gmail.com

+39 348 38 444 54

progetto grafico a cura di Giuseppe Romeo